24 12 / 2011

Ma…se ciò a cui tutti noi “giovani” aneliamo è un contratto a tempo indeterminato, con tutti quei bei privilegi tipo malattia remunerata, 13esima, alcuni addirittura la 14esima, tfr, e cose del genere…qualcosa che spero prima o poi di conoscere di persona…beh, ma perché allora ogni volta che sento un dipendente con tutti questi privilegi (oltre al non pagare le tasse che sono quasi tutte a carico delle aziende) si lamenta dicendo che gli autonomi stanno meglio?

Misteri della fede.

  1. postato da danielesavi